15 settembre 2017

Convegni

CONVEGNI EFFETTUATI DALLA SOCIETA ` TOSCANA PER LA STORIA DEL RISORGIMENTO

I. Convegno Storico Toscano
(Firenze, 6-7 giugno 1948)
EUGENIO ARTOM, Discorso inaugurale.
ANTONIO PANELLA, Necessita` di un catalogo dei documenti relativi al Risorgimento, conservati
in archivi pubblici e privati.
RAFFAELE CIAMPINI, La «Palinodia» di Leopardi e il «Sistema» di Gino Capponi.
GIOVANNI CECCHINI, Le carte Mossotti nell’Archivio di Stato di Siena.
EUGENIO LAZZARESCHI, Matteo Trenta cappellano militare dei volontari lucchesi nel ’48.
BERNARDINO BARBADORO, L’insegnamento della storia del Risorgimento nelle scuole
secondarie.
FRANCESCO S. GRAZIOLI, Cause della sconfitta militare del 1848.
RENATO MORI, L’aspetto sociale dei moti toscani del 1848.
NICCOLO ` RODOLICO – CLEMENTINA ROTONDI, Preparazione di una bibliografia degli opuscoli
e giornali toscani del 1847-1849 e necessita` di una bibliografia generale ragionata
della storia del Risorgimento.
GIUSEPPE CALAMARI, La villa di Valchiusa di Pescia e quella di Scornio di Pistoia nel
Risorgimento.
SERGIO CAMERANI, Leopoldo II e l’intervento austriaco in Toscana.
(Atti dattiloscritti presso l’Archivio della Societa` Toscana per la Storia del Risorgimento).

II. Convegno Storico Toscano
(Livorno, 15 maggio 1949)
ALBERTO MARIA GHISALBERTI, Note azegliane.
ERSILIO MICHEL, Del colonnello Luigi Ghilardi di Lucca e della sua partecipazione agli avvenimenti
livornesi del 1848-49.
CARLO MORANDI, Osservazioni sul concetto di classe sociale nel Risorgimento.
SERGIO CAMERANI, Il diario di Bettino Ricasoli del 1849.
(Atti dattiloscritti presso l’Archivio della Societa` Toscana per la Storia del Risorgimento).

III. Giuseppe Giusti nel centenario della morte
(Pescia, 8 maggio 1950)
ATTILIO PICCIONI, Discorso celebrativo di G. Giusti.
ALBERTO MARIA GHISALBERTI, Giusti e d’Azeglio.
CARLO MAGNANI, Il Giusti e gli amici di Pescia.
GIUSEPPE CALAMARI, L’amicizia di Celestino Chiti col Sismondi e i suoi riflessi sul Giusti.
PINA MARZICIOTTI, Note sull’iconografia di G. Giusti.
QUINTO SANTOLI, Un prete liberale, amico del Giusti: l’abate Jacopo Jozzelli.
GINO ARRIGHI, Un pittore alle guerre del Risorgimento: Luigi Norfini di Pescia.
(«Bullettino storico pistoiese», LII, 1950, 1-4).

IV. La Toscana nel decennio della Restaurazione (1849-1859)
(Siena, 2-3 maggio 1951)
EUGENIO ARTOM, Prolusione al Convegno.
CE ´ SAR VIDAL, La Toscane et la France au lendemain de la chuˆte de Louis Philippe (marsseptembre
1848).
SUZANNE VIDAL, Le sentiment national en Toscane d’apre`s les de´peˆches du dernier representant
de la Monarchie de Jullet.
CESARE SPELLANZON, Giusti cronachista del suo tempo.
GIOVANNI MAIOLI, L’arruffapopolo Giambattista Niccolini «romano» a Firenze (1848-
1849).
ROBERTO CESSI, La Restaurazione in Toscana nel 1849 nelle prospettive della diplomazia
viennese.
MARIA DRUDI CESSI, Note sull’occupazione austriaca della Toscana (1849).
GIOVANNI CECCHINI, I democratici senesi e la Restaurazione del 1849.
UBALDO MORANDI, Lo sconfinamento dei garibaldini nel territorio senese dopo la caduta
della repubblica romana.
ALBERTO GHISALBERTI, Salvatore Pes di Villamarina e la Restaurazione granducale.
PIERO PIERI, Lo spirito pubblico in Toscana nei dispacci confidenziali dell’inviato sardo a
Firenze, marchese Salvatore Pes di Villamarina al Ministro degli Esteri di Torino.
EMILIA MORELLI, Spigolature nella corrispondenza di Giuseppe Massari con gli amici toscani
durante il decennio di preparazione.
GIULIANA GIANNELLI, Gli avvenimenti del 1859-1860 nell’opinione pubblica senese.
CARLO DI NOLA, La situazione economica della Toscana prima e dopo il 1849.
EUGENIO DI CARLO, L’emigrazione siciliana in Toscana nell’epoca del Risorgimento.
GIOVANNI CALO ` , Ottavio Gigli e i suoi corrispondenti toscani.
ACHILLE DE RUBERTIS, La legislazione sulla stampa in Toscana (1849-1859).
GIULIO PRUNAI, La protesta studentesca del 16 dicembre 1850 e la chiusura dell’Universita`
di Siena.
232 CONVEGNI EFFETTUATI DALLA SOCIETA ` TOSCANA PER LA STORIA DEL RISORGIMENTO
SANDRO DE COLLI, Due tentativi di commemorazione della battaglia di Novara e di Curtatone
e Montanara nella primavera del 1852.
BERNARDINO BARBADORO, Un episodio di politica ecclesiastica granducale nel 1857.
GEORGE BOURGIN, La re´union de la Toscane en 1859 d’apre`s les de´peˆches du Ministre de
France a` Florence.
ARCHIVIO DI STATO DI SIENA, Mostra di documenti relativi alla Storia del Risorgimento. La
reazione in Toscana nel decennio 1849-1859. Catalogo.
(«Bullettino senese di Storia Patria», LVIII-LIX, 1951-1952, III s.).

V. Relazioni tra Inghilterra e Toscana nel Risorgimento
(Lucca, 26-29 giugno 1952)
GAETANO SALVEMINI, Nello Rosselli e la sua opera «Inghilterra e Regno di Sardegna dal
1815 al 1848».
GEORGE F.H. BERKELEY – JOAN BERKELEY, The Tuscan Volunteers and the Fall of Peschiera
1848.
ARCHIBALD COLQUHOUN, Manzoni in Inghilterra.
FRANCO VALSECCHI, Il problema italiano nella politica britannica del 1848.
BERNARDINO BARBADORO, I precedenti della politica inglese rispetto alla questione nazionale
italiana.
ROGER ELLIS, Le fonti archivistiche britanniche sui rapporti anglo-toscani nei secoli XVIII
e XIX.
ARNALDO D’ADDARIO, Inghilterra ed inglesi nei giudizi di Lazzaro Papi.
VINCENZO DA MILANO, Industriali e commercianti di marmo inglesi a Carrara fra il 1821 e
il 1870.
MARIA CESSI DRUDI, L’affare di Livorno nel 1850.
ROBERTO CESSI, Ancora della missione di Cosimo Ridolfi a Parigi e Londra nel 1848.
PINA MARZI CIOTTI, Diplomatici improvvisati di un Governo provvisorio.
ALVARO DIOSCORIDI, Caratteri del movimento protestante in Toscana durante il Risorgimento
(1849-1859).
GIORGIO SPINI, Osservazioni alla comunicazione del prof. Dioscoridi.
CESARE VIDAL, La Toscana a` la veille de la guerre de 1859 (d’apre`s les rapports de F. Le
Vayer, ministre de France a` Florence).
ERSILIO MICHEL, Ugo Forbes, colonnello britannico, combattente garibaldino, cittadino benemerito
di Pisa.
DENIS MACK SMITH, Antonio Mordini, prodictator of Sicily.
JOHN W. MANIGAULTE, Ricasoli e la guerra di Secessione Americana.
C.P. BRAND, Il gusto italianizzante fra i romantici inglesi.
EMILIA MORELLI, La missione a Roma del Ministro britannico a Firenze nel 1832.
GIULIO CAPRIN, Due toscani in Inghilterra: Carlo Lodovico di Borbone (1839); Vincenzo
Salvagnoli (1858).
CHARLES DEDEYAN, Mazzini, Carlyle et les re´fugie´s italiens.
GEORGE BOURGIN, Une grande oeuvre italienne d’histoire.
CECIL SPRIGGE, Influenze inglesi nell’Ottocento italiano.
UGO SPADONI, Riccardo Cobden a Livorno.
AUGUSTO MANCINI, Nuovi documenti sulle relazioni anglo-italiane dal ’59 al ’60.
ERIC WILLIAM COCHRANE, Le Accademie toscane nell’illuminismo e i loro rapporti culturali
con l’Inghilterra.
IAN GREENLEES, Filippo Pananti: un poeta italiano a Londra.
RAFFAELE CIAMPINI, Lettere di Lord Aberdeen a Isabella Teotochi Albrizzi.
MICHAEL LLOYD, The idea of Italy in English Literature of the nineteenth century as it is
conditioned by the Risorgimento.
GIOVANNI CALO ` , Maria Edgeworth e Raffaello Lambruschini (con una lettera inedita di
Lambruschini).
FRANCIS TOYE, Una parola su Verdi e il Risorgimento.
ACHILLE DE RUBERTIS, Cenni sulla censura in Toscana di alcuni autori inglesi.
GIULIANA ARTOM TREVES, The Tuscan Athenaeum.
CLEMENTINA ROTONDI, Sebastiano Fenzi e la «Rivista Britannica».
MARIA LUISA ASTALDI, Florence Nightingale e i suoi amici italiani.
VITTORIO GABRIELI, Susan Horner e il suo diario fiorentino del 1861-1862.
GIOVANNI MAIOLI, Sulla corrispondenza epistolare di Giacomo Hudson e Teodorico
Landoni.
(«Atti della Accademia lucchese di Scienze Lettere ed Arti», VIII, 1953, n.s., 2).

VI. Convegno Storico Toscano unitamente al XXXII Congresso dell’Istituto per la Storia
del Risorgimento Italiano (Firenze, 9-12 settembre 1953), in collaborazione con l’Istituto
per la Storia del Risorgimento Italiano, Roma, 1954.
FRANCO VENTURI, La circolazione delle idee.
ALESSANDRO GALANTE GARRONE, L’emigrazione politica italiana del Risorgimento.
CARLO ARRIGONI, Drammatica vicenda dell’abate Cameroni di fronte a un libello contro
Manin e al suo autore avv. Soler.
LEONIDA BALESTRIERI, Sui giornali dell’emigrazione italiana in Grecia durante il periodo
del Risorgimento.
CARLO BAUDI DI VESME, Il fattore del ghibellinismo toscano nel processo di unificazione.
ALDO BERSELLI, Le relazioni fra i cattolici francesi ed i cattolici conservatori bolognesi dal
1858 al 1866.
NOE¨ L BLAKISTON, Fonti per la storia del Risorgimento nel Public Record Office di Londra.
GEORGES BOURGIN, A propos de la mort de Pisacane.
ALBERTO CARACCIOLO, Interessi internazionali nell’impresa di Garibaldi per la deviazione
del Tevere (1875-1876).
MARIA CESSI DRUDI, Intorno alla conferenza di Gaeta nel 1849.
ROBERTO CESSI, Il problema della costituente nel 1848.
PETRE CIUREANU, Rapporti culturali e giornalistici tra l’Italia e la Romania dal 1850 al
1880: Cesare Correnti e Tullio Massarani filoromeni.
ARNALDO D’ADDARIO, I giudizi di due diplomatici toscani sulla rivoluzione francese del
1789.
GENNARO DE CRESCENZO, Preludi al moto carbonaro di Nola (1820).
ATTILIO DEPOLI, Le elezioni del Nessuno a Fiume nel 1861.
EUGENIO DI CARLO, La fortuna di Lamennais in Italia (con documenti inediti).
FRIEDRICH ENGEL-JANOSI, Aspects politiques du Conclave de Le´on XIII.
GAETANO FALZONE, Memorie e tradizioni di garibaldinismo ungherese in Sicilia.
CARLO FRANCOVICH, La rivoluzione americana e il progetto di costituzione del granduca
Pietro Leopoldo.
GIULIANO GAETA, Atteggiamenti dottrinari e giornalistici del Risorgimento slavo di fronte
all’italiano.
PAUL GUICHONNET, Les archives de monseigneur Andre´ Charvaz pre´cepteur de Victor
Emmanuel II et leur inte´reˆt pour l’histoire du Risorgimento.
ENRICO LIBURDI, Le «Memorie autobiografiche» di Pasquale Villari e i suoi viaggi in
America.
ELIO LODOLINI, L’organizzazione del partito mazziniano italiano in Italia ed all’estero agli
inizi del secolo XX.
DONALD MCKAY, Storici americani sul Risorgimento.
DENIS MACK SMITH, Vittorio Emanuele e i suoi ministri.
GIOVANNI MAIOLI, Le memorie di Gaspare Finali e la Toscana.
AUGUSTO MANCINI, Corrispondenti americani del Mazzini.
UMBERTO MARCELLI, Cavour e i metodisti inglesi.
STEFANO MARKUS, Il barone Ricasoli e la questione ungherese.
MARIA MARULLO DI CONDOJANNI, La formazione politica della Belgioioso durante il suo
esilio a Parigi.
DARIO MAZZOTTI, Gente di Romagna. Il centenario dell’arresto di Federico Comandini (18
luglio 1853-18 luglio 1953).
BIANCA MONTALE, Gustavo Cavour e l’«Armonia».
RENZO U. MONTINI, Vita americana di Pietro Borsieri.
DOMENICO NOVACCO, Dal carteggio Torrearsa. Contributo allo studio della politica estera
siciliana durante il periodo del ministero Torrearsa: 15 agosto 1848-15 febbraio 1849.
LUIGI ANTONIO PAGANO, Sicilia e Stati Uniti di America nel Risorgimento.
ETTORE PASSERIN D’ENTRE ` VES, I precedenti della formula cavouriana «Libera chiesa in libero
Stato».
TOMMASO PEDIO, L’attivita` del movimento garibaldino nel biennio 1861-1862 attraverso
le circolari dell’Associazione dei Comitati di Provvedimento per Roma e Venezia.
CONVEGNI EFFETTUATI DALLA SOCIETA ` TOSCANA PER LA STORIA DEL RISORGIMENTO 235
ERCOLE PENNETTA, Donoso Cortes, le sue dottrine e gli avvenimenti risorgimentali italiani.
F.A. PERINI BEMBO, Opinione pubblica e pubblici poteri nel Risorgimento italiano.
GIULIANO PROCACCI, Rivoluzione americana e storiografia italiana.
EMILIO RE, Proposte di ricompense a favore dei volontari dell’Italia meridionale.
CLEMENTINA ROTONDI, Un carteggio inedito di Giuseppe Lamberti.
LUIGI SALVATORELLI, Rapporti contrastati fra Napoleone III e Mazzini nella politica europea
fra il 1850 e il 1860.
LUIGI SANTINI, Alessandro Gavazzi e l’emigrazione politico-religiosa in Inghilterra e negli
Stati Uniti nel decennio 1849-59.
GIORGIO VACCARINO, Contributo agli studi sul giacobinismo ‘‘anarchico’’ e le origini dell’unita`
italiana.
GUSTAVO VALENTE, Emigrazione politica dei calabresi. Il marchese Eugenio De Riso.
ROBERT O.J. VAN NUFFEL, Giovanni Arrivabene consigliere provinciale per il Brabante.
CE ´ SAR VIDAL, La mission du comte Benedetti a`Turin et le ministe`re Ricasoli (1861-1862).
IGNAZIO WEISS, Voci d’esuli dal Rio della Plata.
PIERO ZAMA, Alfredo Comandini e la sua opera «Il regno d’Umberto I» (nel centenario
della nascita).
LUISA BECHERUCCI, Catalogo della Mostra di «Firenze capitale d’Italia» 1865-1871.
(«Rassegna storica del Risorgimento», 1954, 2-3 [d’ora in avanti RST)].

VII. L’eta` napoleonica
(Portoferraio, 2-5 maggio 1954)
MARCEL DUNAN, La politique napole´onienne en Italie vue par les historiens franc¸ais de
notre temps.
PIERO PIERI, Napoleone e la storiografia italiana.
FERDINAND BOYER, L’histoire des beaux arts et de l’urbanisme dans l’Italie napole´onienne,
d’apre`s les ouvrages parus depuis 1900.
JACQUES GODECHOT, Actions et re´actions sur l’Italie de la politique franc¸aise au temps du
premier empire.
CARLO ZAGHI, Il Direttorio e il problema politico dell’Italia.
CARLO ARRIGONI, Malafede di carcerieri e miseria di esculapi a Sant’Elena.
HENRI AURE ´ AS, Le ge´neral Miollis et l’unite´ italienne.
CARLO BAUDI DI VESME, La questione italiana nella pubblicistica dell’abate de Pradt (1798-
1815).
RENE ´ BOUDARD, Les rapports du Ge´ne´ral Bonaparte avec la Serenissime Re´publique de
Geˆnes de 1794 a` 1797.
MARIA CESSI DRUDI, Francesco Battaglia e il generale Bonaparte.
ROBERTO CESSI, Su la via di Campoformio.
ARNALDO D’ADDARIO, La crisi dell’aristocrazia lucchese alla fine del secolo XVIII nella storiografia
e nelle fonti.
MARIA DELL’ISOLA, I rapporti del generale Bonaparte colle popolazioni, il clero e lo Stato
pontificio nel 1796-1797.
ACHILLE DE RUBERTIS, Un sonetto inedito antinapoleonico «All’Italia».
GUY DUMAS, La premie`re occupation franc¸aise et le the´aˆtre a` Venise.
EMILIO FARIO, Il culto di Virgilio in Mantova durante la Repubblica Cisalpina.
GIULIANO GAETA, Riflessi dell’impresa napoleonica e di quella muratiana nel giornalismo
triestino del 1815.
ALESSANDRO GALANTE GARRONE, Un giacobino siciliano traduttore del Codice napoleonico
(dalle «Memorie» inedite di Giovanni Gambini).
GENEVIE ` VE GENNARI, Comment on passait la frontie`re italienne sous l’Empire.
CARMINE JANNACO, Alfieri e Napoleone.
GIOVANNI MAIOLI, «Elogio» (1810) e «Orazione» (1811) a Napoleone.
STEFANO MARKUS, Aspetti e figure della letteratura ungherese nel periodo napoleonico.
UMBERTO MARCELLI, Bonaparte fra il nazionalismo ed il babouvismo italiani (1796-97).
CORRADO MASI, I codici francesi nella Toscana napoleonica.
MARIA TERESA MESSORI-RONCAGLIA MARI, I francesi e Casa d’Este.
CLEMENTINA ROTONDI, Poesie favorevoli e contrarie a Napoleone dal 1797 al 1815.
NINO VALERI, La «Storia dell’invasione dei francesi repubblicani nel milanese nel 1796» di
Pietro Verri.
CE ´ SAR VIDAL, Une alliance manque´e entre la Maison de Savoie et Bonaparte premier Consul
(1802-1803).
SUZANNE VIDAL, La mission du ge´ne´ral Clarke a` Lucques (1802-1803).
(«Bollettino storico livornese», IV, 1954, 1-3).

VIII. La presenza del Settecento italiano nel Risorgimento
(Vallombrosa 9-13 giugno 1955)
EUGENIO ARTOM, La presenza del Settecento italiano nel Risorgimento.
ERNESTO SESTAN, Il riformismo settecentesco in Italia. Orientamenti politici generali.
FERDINAND BOYER, Les echanges artistiques entre la France et la Toscane au XVIIIe sie`cle.
NOE¨ L BLAKISTON, Relazioni italo-inglesi nel Settecento secondo i documenti del Record
Office.
ARTURO CARLO JEMOLO, Relazioni fra lo Stato e la Chiesa.
D. MAXWELL WHITE, Osservazioni sui viaggiatori in Italia nel primo Settecento.
FRANCO VALSECCHI, Il pensiero illuministico e la riforma dello Stato nell’Italia del
Settecento.
LUIGI DAL PANE, Le riforme economiche del Settecento.
(«RST», I, 1955, 1-2).
CONVEGNI EFFETTUATI DALLA SOCIETA ` TOSCANA PER LA STORIA DEL RISORGIMENTO 237

IX. L’Italia dal 1878 al 1900
(Marina di Massa, 6-10 maggio 1956)
AUGUSTO TORRE, La politica estera durante il regno di Umberto I.
LEO VALIANI, L’opposizione socialista: 1876-1900.
GIOVANNI SPADOLINI, L’opposizione cattolica.
EUGENIO ARTOM, La politica interna.
NINO VALERI, Note di politica interna.
NICOLA COMNE ` NE, Quelques aspects de la diplomatie italienne apre`s le Congre`s de Berlin
de 1879.
GEORGES DETHAN, Le rapprochement franco-italien apre`s la chute de Crispi jusqu’a`la mort
d’Humbert. D’apre`s les Archives du Quay d’Orsay (1896-1900).
GIULIO CAPRIN, Storiografi e superstiti.
CESARE SPELLANZON, Appunti dal «Diario» inedito di Domenico Farini.
(«RST», II, 1956, 3-4).

X. L’Italia dal 1861 al 1870
(Cortona-Montepulciano, 25-28 aprile 1957)
EUGENIO ARTOM, Il problema d’un decennio.
LUIGI SALVATORELLI, La politica estera.
HEINRICH BENEDIKT, Le relazioni italo-austriache dal 1861 al 1870.
UMBERTO MORRA, L’Inghilterra e la campagna del 1866.
NOE¨ L BLAKISTON, La visita di Garibaldi in Inghilterra vista da Torino.
ETTORE PASSERIN D’ENTRE ` VES, La questione romana.
GEROGES DETHAN, Napole´on III et l’opinion franc¸aise devant la question romaine (1860-
1870).
CARLO GHISALBERTI, L’unificazione amministrativa del Regno d’Italia.
ANTONINO CALDARELLA, Fonti documentarie del periodo 1860-1870 presso l’Archivio
Centrale dello Stato.
PIERO PIERI, L’esercito italiano dal 1861 al 1870.
HENRI BE ´ DARIDA, Uomini e tempi: immagini e realta` di Montepulciano.
(«RST», III, 1957, 3-4).

XI. Il problema politico del cattolicesimo nel Risorgimento
(Castiglioncello-Volterra, 24-27 aprile 1958)
EUGENIO ARTOM, Il problema politico dei cattolici italiani nel XIX secolo.
ARTURO CARLO JEMOLO, Il cattolicesimo liberale dal 1815 al 1848.
GUIDO VERUCCI, Per una storia del cattolicesimo intransigente in Italia dal 1815 al 1848.
ETTORE PASSERIN D’ENTRE ` VES, Il cattolicesimo liberale dopo il 1848.
238 CONVEGNI EFFETTUATI DALLA SOCIETA ` TOSCANA PER LA STORIA DEL RISORGIMENTO
GIOVANNI SPADOLINI, L’intransigentismo cattolico: dalla «Civilta` Cattolica» al «Sillabo».
ROGER AUBERT, Les catholiques franc¸ais de 1815 a` 1870.
ALOI¨S SIMON, Le catholicisme libe´ral belge et ses influences sur le catholicisme libe´ral italien
(1815-1870).
HEINRICH LUTZ, Il cattolicesimo in Germania e in Austria dal 1815 al 1870.
MARIA LUISA TREBILIANI, Indirizzi della pubblicistica cattolica fra il 1859 e il 1870.
GINO ARRIGHI, Da Romualdo Volpi a Terenzio Mamiani.
(«RST», IV, 1958, 3-4).

XII. Il problema della nazionalita` in Europa nell’Ottocento
(Tirrenia, 24-26 aprile 1959)
FRANCO VALSECCHI, L’idea della nazionalita` in Italia.
JACQUES DROZ, L’ide´e de nationalite´ en France et en Allemagne.
J.A. VAN HOUTTE, La notion de nationalite´ en Belgique au XIXe sie`cle.
ANGELO TAMBORRA, Problema nazionale e cornici sopranazionali nell’Europa centro-meridionale.
GIORGIO SPINI, Le origini del movimento per l’organizzazione internazionale.
(«RST», VI, 1960, 1-2).

XIII. L’Europa di fronte all’unificazione italiana
(Porto S. Stefano, 29 maggio-1 giugno 1960)
MARIO VINCIGUERRA, Poesia e pensiero stranieri davanti al nostro Risorgimento.
GIUSEPPE GIARRIZZO, L’Inghilterra di fronte all’unificazione italiana.
HEINRICH BENEDIKT, L’unificazione italiana nell’opinione pubblica austriaca.
FAUSTO FONZI, Echi e reazioni del mondo cattolico all’unificazione italiana.
JACQUES DROZ, L’anticlericalisme franc¸ais et la question italienne en 1860.
LEO JUST, L’Italia del Risorgimento nell’opinione pubblica germanica.
FRANCO VENTURI, L’immagine di Garibaldi in Russia, all’epoca della liberazione dei servi .
LEO VALIANI, L’Unita` italiana e la fine dell’assolutismo in Ungheria.
(«RST», VI, 1960, 3).

XIV. La Destra Storica nel quadro del liberalismo europeo
(Siena, 1-4 giugno 1961)
EUGENIO ARTOM, Apertura del Convegno.
ARTURO CARLO JEMOLO, La Destra Storica.
FRANCESCO TRANIELLO, La Destra parlamentare piemontese dalla morte di Cavour al trasferimento
della Capitale.
LEOPOLDO MARCHETTI, La Destra lombarda.
CONVEGNI EFFETTUATI DALLA SOCIETA ` TOSCANA PER LA STORIA DEL RISORGIMENTO 239
FERNANDO MANZOTTI, La Destra Storica in Emilia nel primo quinquennio unitario.
ERNESTO SESTAN, La Destra toscana.
ROBERTO CESSI, Il Veneto e il partito della Destra.
ALBERTO CARACCIOLO, La Destra Storica meridionale.
OTTAVIO BARIE ´ , Liberalismo britannico e liberalismo italiano nell’eta` del Risorgimento.
PIERRE GUIRAL, Principes, vicissitudes et persistence de la droite libe´rale en France.
L. CARSTEN, L’e´chec des libe´raux allemands de 1860 a` 1866.
ALOYS SIMON, Le libe´ralisme belge.
(«RST», VII, 1961, 2-3-4).

XV. I rapporti fra Italia e Francia dal 1815 al 1848
(Aix-en-Provence, 12-15 settembre 1962)
EUGENIO ARTOM, Italia e Francia nell’eta` della Restaurazione.
CARLO PELLEGRINI, Les rapports litte´raires entre l’Italie et la France (1815-1848).
MICHEL VOVELLE, Le cholera de 1835-1837 en Italie. D’apre`s les correspondances diplomatiques
franc¸aises.
FERDINAND BOYER, Charles Albert a` Florence de 1821 a` 1823 d’apre`s les de´peˆches du Marquis
de la Maisonfort.
HENRY CONTAMINE, Le reˆve de syste`me fe´de´ratif franc¸ais et l’Italie (1814-1830).
ARTURO CARLO JEMOLO, Rapporti fra moderati italiani e francesi.
GEORGES DETHAN, Stendhal et le Risorgimento.
SALVO MASTELLONE, La composition sociale de l’e´migration italienne en France (1816-
1847).
PIERRE GUIRAL, Marseille et l’Italie de 1815 a` 1848.
(«RST», VIII, 1962, 2).

XVI. La sinistra italiana dal 1861 al 1870 nel quadro delle opposizioni democratiche
europee (Castiglione della Pescaia, 28-31 maggio 1964)
ARTURO CARLO JEMOLO, La sinistra e la questione romana.
GIUSEPPE PANSINI, La sinistra parlamentare.
FULVIO D’AMOJA, La sinistra e i problemi di politica estera.
GUGLIELMO MACCHIA, Pensiero e azione sociale nel mazzinianesimo dal 1860 al 1872.
LEO VALIANI, Il Partito d’Azione e la nascita del movimento socialista italiano.
OTTAVIO BARIE ` , Il radicalismo inglese nel primo decennio dell’Italia unita.
GEORGES DETHAN, La gauche franc¸aise de 1860 a` 1870.
GIORGIO SPINI, I democratici e la guerra civile americana.
JACQUES DROZ, La sinistra tedesca.
(«RST», XI, 1965, 1).

XVII. Italia e Francia dal 1896 al 1914
(Grenoble-Chambe´ ry, 19-22 maggio 1966)
CARLO PELLEGRINI, Les e´tudes franc¸aises sur la litte´rature italienne.
VICTOR DEL LITTO, Les Lettres italiennes en France de 1899 a` 1914.
ETTORE ANCHIERI, Les rapports franco-italiens dans la pe´riode 1896-1914.
PIERRE MILZA, La politique e´trange`re franc¸aise et l’Italie (1896-1902).
ARTURO CARLO JEMOLO, Italia, Francia e Vaticano.
JEAN PIERRE VIALLET, La France, l’Italie e le Saint-Sie`ge.
GIOVANNI SPADOLINI, I partiti politici e la Francia dal 1896 al 1914.
JACQUES DROZ, Socialisme national en France et en Italie avant 1914.
(«RST», XIII, 1967, 1).

XVIII. La storiografia sui movimenti di opposizione in Italia dal 1870 al 1914
(San Marino, 22-24 aprile 1967)
ALDO GAROSCI, Il mito di San Marino.
ALVARO CASALI, Come i Sanmarinesi seppero difendere la loro sovranita`.
GIUSEPPE PECCI, Il Risorgimento a San Marino in due storici locali: Marino Fattori e Pietro
Franciosi.
La storiografia sui movimenti di opposizione in Italia dal 1870 al 1914.
GAETANO ARFE ´ , La storiografia italiana del movimento socialista dal 1870 al 1914.
LUIGI LOTTI, La storiografia italiana sul movimento repubblicano.
MARIA LUISA TREBILIANI, La storiografia italiana sul movimento cattolico.
GINO CERRITO, Il movimento anarchico dalle sue origini al 1914. Problemi e orientamenti
storiografici.
LEO VALIANI, La storiografia della socialdemocrazia tedesca.
PIERRE GUIRAL, L’historiographie du socialisme franc¸ais de 1870 a` 1914.
(«RST», XIV, 1968, 1).

XIX. Crispi e il suo tempo
(Lerici, 25-28 settembre 1969)
EUGENIO ARTOM, L’uomo Francesco Crispi.
GAETANO FALZONE, La Sicilia di Crispi.
LUIGI LOTTI, Crispi e le maggioranze parlamentari.
FERNANDO MANZOTTI, Crispi e la politica estera.
CARLO GIGLIO, Crispi e l’Etiopia.
RENATO MORI, Crispi e la Triplice. Gli accordi militari italo-germanici.
ARTURO CARLO JEMOLO, Noterelle crispine.
(«RST», XVI, 1970, 1).

XX. L’idea repubblicana nel Risorgimento
(Principina a mare – Castel del Piano, 30 maggio-2 giugno 1971)
EUGENIO ARTOM, L’evoluzione dell’idea repubblicana nel Risorgimento.
FURIO DIAZ, L’idea repubblicana nel Settecento fino alla rivoluzione francese.
EMILIA MORELLI, Il mazzinianesimo fino all’Unita`.
GIUSEPPE GALASSO, Il federalismo repubblicano.
LUIGI LOTTI, L’idea repubblicana dopo l’Unita`.
GUGLIELMO MACCHIA, L’irredentismo repubblicano dal 1876 al 1914.
AURELIA PONTECORVO, Aurelio Salmona.
SALVO MASTELLONE, La repubblica come ideologia e come struttura.
(«RST», XVII, 1971, 2).

XXI. Italia-Francia 1870-71
(Chantilly, 1-4 ottobre 1971)
MAURICE BAUMONT, Introduzione al Convegno.
PIERRE GUIRAL, L’influence des catholiques libe´raux sur le cabinet du 2 janvier et sur sa
politique italienne.
ETTORE ANCHIERI, France et Italie. La crise de leurs rapports apre`s Sedan.
AUGUSTO TORRE, La partecipazione di Garibaldi alla guerra franco-prussiana: le premesse.
EMILIO FALDELLA, La campagna del generale Giuseppe Garibaldi in Francia nel 1870-
1871.
PHILIPPE VIGIER, De quelques travaux recents sur la Commune.
ALDO BERSELLI, Riflessi della Comune nella stampa italiana.
MARCELLA DEAMBROSIS, Gli echi della Comune in Italia nell’opinione e nella stampa dell’Estrema
Sinistra.
EMILIA MORELLI, Mazzini e la Comune.
LUISA BECHERUCCI, Napoleone e i musei fiorentini.
SERGIO CAMERANI, La Toscana nel periodo francese.
(«RST», XVIII, 1972, 1).

XXII. Correnti ideali e politiche della Sinistra italiana dal 1849 al 1861
(Castelvecchio Pascoli, 26-29 maggio 1975)
EMILIA MORELLI, Mazzini.
ALFONSO SCIROCCO, Le correnti del mazzinianesimo dal 1853 al 1859.
LEO VALIANI, Il socialismo di Pisacane.
FIORELLA BARTOCCINI, La crisi murattiana.
ROBERT J. VAN NUFFEL, I diplomatici belgi e la politica di Cavour.
ADAM WANDRUSZKA, Le ripercussioni del moto milanese del 1853 in Austria.
ROMANO UGOLINI, La via democratico-moderata all’Unita`: dal «Partito Nazionale italiano» alla «Societa` nazionale».
NOE¨ L BLAKISTON, Alcuni atteggiamenti inglesi verso il movimento nazionale italiano.
(Atti del Convegno, Biblioteca storica toscana, II serie, Firenze, Olschki, 1978 [d’ora in
avanti BST]).

XXIII. Ripercussioni ideali e politiche della rivoluzione del 1830 in Europa
(Riva degli Etruschi, 26-28 settembre 1977)
ALESSANDRO GALANTE GARRONE, La crisi politico-ideologica del 1830-1831 in Europa.
JACQUES GODECHOT, Un e´pisode de la lutte entre re´volution et contre-re´volution europe´ennes.
FRANCO DELLA PERUTA, Il dibattito politico sul problema italiano dopo le rivoluzioni del
1830-1831.
AUGUSTO COMBA, Il 1830-1831 in Francia e in Italia nel pensiero di Mazzini.
RUDOLF LILL, Le ripercussioni della rivoluzione di luglio in Germania.
ROBERT J. VAN NUFFEL, I partiti politici e la rivoluzione belga del 1830.
GEORGES DETHAN, Un te´moignage ine´dit sur les troubles de Romagne: la correspondance
rec¸ue d’Ancone par Stendhal.

XXIV. La Toscana nel periodo napoleonico
(Lucca, 12-13 gennaio 1980)
in collaborazione con il Centro Nazionale di Studi Napoleonici e di Storia dell’Elba
e il Centro Piombinese di Studi Storici
LUIGI LOTTI, Il Granducato di Toscana nel periodo napoleonico.
PIER GIORGIO CAMAIANI, Lucca nel periodo napoleonico.
SERGIO ROMAGNOLI, Momenti e aspetti della cultura toscana nell’eta` napoleonica.
GIUSEPPE PANSINI, I mutamenti nell’amministrazione.
DANIELE STERPOS, Le vie di comunicazione.
GIANCARLO MORI, L’organizzazione ecclesiastica della Toscana napoleonica.
MASSIMO LIVI BACCI, La popolazione nella Toscana napoleonica.
CESARE CIANO, Aspetti dell’economia toscana.
IVAN TOGNARINI, La societa` toscana nel periodo napoleonico: ipotesi e prospettive di ricerca.

XXV. Ricasoli e il suo tempo
(Firenze, 26-28 settembre 1980)
in collaborazione con: Gabinetto Scientifico Letterario Vieusseux; Accademia
«La Colombaria»; Universita` di Firenze; Universita` di Pisa; Universita` di Siena
GIOVANNI SPADOLINI, Prolusione.
Ricasoli uomo di Stato
ALBERTO AQUARONE, La visione dello Stato.
EMILIA MORELLI, Ricasoli e la sinistra rivoluzionaria prima dell’Unita`.
ALFONSO SCIROCCO, Ricasoli e l’emergere della questione meridionale.
Ricasoli e l’Europa
CHRISTOPHER SETON WATSON, Toscana e Inghilterra, (1859-1860).
PAUL GUICHONNET, Ricasoli et la France.
RUDOLF LILL, Ricasoli, la Toscana del Risorgimento e la Germania.
Ricasoli toscano e fiorentino
CARLO PAZZAGLI, Prime note per una biografia del barone Ricasoli.
ZEFFIRO CIUFFOLETTI, Ricasoli e l’agricoltura toscana.
COSIMO CECCUTI, Ricasoli fra 1847-1849. Idee e programmi politici: dalla presidenza al ritorno
del Granduca.
MARIA JOLE MINICUCCI, «Prierant et inventae sunt». Le carte di Bettino Ricasoli nella Biblioteca
Riccardiana.
CLEMENTINA ROTONDI, I primi giornali del Ricasoli.
ANGELO VARNI, Ricasoli e l’Universita` fiorentina: brevi cenni sulla nascita dell’Istituto di
studi superiori.
ERNESTO SESTAN, Ricasoli e Brolio.
(BST, Serie II, 1981).

XXVI. Il risveglio delle nazionalita` nel periodo napoleonico
(Portoferraio-Marciana Marina-Porto Azzurro, 21-23 settembre 1981)
in collaborazione con il Centro nazionale di Studi napoleonici e di Storia dell’Elba
CARLO FRANCOVICH, Introduzione al convegno.
JACQUES GODECHOT, La France devant le re´veil des nationalite´s a` l’e´poque re´volutionnaire
et napole´onienne.
RUDOLF LILL, Sugli inizi dell’idea nazionale in Germania nel periodo napoleonico.
ADAM WANDRUSZKA, L’Impero asburgico di fronte all’Impero napoleonico.
ROBERT J. VAN NUFFEL, Belgio e Neerlandia nell’eta` napoleonica.
ROSARIO RISALITI, L’ascesa del sentimento nazionale russo durante il periodo napoleonico.
RICCARDO CASIMIRO LEWANSKI, La Polonia dalla ‘‘nazione nobiliare’’ alla patria di tutti i
ceti sociali.
FRANCESCO GUIDA, Il risveglio delle nazionalita` nel mondo balcanico.
GIANFRANCO DE PAOLI, L’amministrazione Dandolo in Dalmazia ed il risveglio della nazionalita`
illirica.
JEAN CHARLES BIAUDET, L’e´veil du sentiment national en Suisse.
MANUEL ESPADAS BURGOS, Espan˜a napoleonica: el nuevo sentido de la nacionalidad.
A. MABEL OLIVIERI, Influenza napoleonica a Porto Azzurro.
LUIGI MASCILLI MIGLIORINI, Nazione e patria nella memorialistica dei reduci napoleonici.
FRANCO VALSECCHI, Il risveglio della nazionalita` in Italia e conclusioni del Convegno.
(Atti del convegno, Giardini Editori, Pisa, 1982).

XXVII. Editori a Firenze nel secondo Ottocento
(Firenze, 13-15 novembre 1981)
in collaborazione con il Gabinetto Scientifico Letterario Vieusseux
GIOVANNI SPADOLINI, Prolusione.
LUIGI FIRPO, Il rinnovamento dell’editoria nei primi decenni dell’Ottocento.
CESARE VASOLI, Un editore fiorentino: Gaspero Barbe`ra.
ROSARIA DI LORETO D’ALFONSO, Le carte Barbe`ra della Biblioteca Nazionale Centrale di
Firenze.
DARIA FREZZA, Paternalismo e «self-help» in Gaspero Barbe`ra.
ANTONIO LA PENNA, L’editoria fiorentina della seconda meta` dell’Ottocento e la cultura
classica in Italia.
GIOVANNI LANDUCCI, Scienza, religione ed editoria scolastica.
COSIMO CECCUTI, La ‘‘politica’’ editoriale dei Successori Le Monnier.
FERDINANDO TEMPESTI, Dalla stampa di ventura alla vignetta nazionale. Editoria e immagine
nell’Ottocento.
SERGIO ROMAGNOLI, Un traguardo editoriale: la Carducciana.
MARINO RAICICH, I libri per le scuole e gli editori fiorentini del secondo Ottocento.
ENRICO GHIDETTI, Un aspetto della letteratura popolare in Toscana: i misteri.
EMILIO FACCIOLI, Un editore di orientamento moderato: Adriano Salani.
CRISTINA TAGLIAFERRI, Leo Samuel Olschki libraio antiquario ed editore. I primi anni
fiorentini.
GIORGIO LUTI-CARLO SIMONETTI, La crisi di fine secolo: verso una nuova editoria.

XXVIII. Sinistra costituzionale, correnti democratiche e societa` italiana dal 1870 al 1892
(Livorno, 23-25 settembre 1983)
GIOVANNI SPADOLINI, Prolusione.
ALESSANDRO GALANTE GARRONE, Cavallotti e la Sinistra in Italia dal 1870 al 1892.
FRANCO DELLA PERUTA, Societa` ed economia nell’eta` della Sinistra.
LUIGI LOTTI, La lotta politica in Parlamento.
ALDO A. MOLA, Sinistre e Massoneria da Porta Pia a Crispi.
ALFONSO SCIROCCO, Le correnti democratiche.
ALDO BERSELLI, La ‘‘democrazia’’ in Emilia-Romagna.
BIANCA MONTALE, La ‘‘democrazia’’ in Liguria.
ANGELO VARNI, La ‘‘democrazia’’ in Toscana.
LUIGI MASCILLI MIGLIORINI, La sinistra meridionale nella svolta degli anni ’80.
PIER GIORGIO CAMAIANI, Valori religiosi e politica anticlericale.
CARLO FRANCOVICH, Le origini del colonialismo italiano sotto l’egida della Sinistra
parlamentare.
ZEFFIRO CIUFFOLETTI, Sinistra, democratici e aspetti dell’amministrazione locale.
GIOVANNA ANGELINI, Giovanni Bovio, la Sinistra e le strategie di riforma dello Stato.
COSIMO CECCUTI, Alberto Mario fra federalismo e radicalismo.
(BST, Serie II, 1988).

XXIX. Indipendenza e Unita` nazionale in Italia ed in Grecia
(Atene, 2-7 ottobre 1985)
GIOVANNI SPADOLINI, Prolusione.
CARLO FRANCOVICH, Il movimento filoellenico in Italia e in Europa.
ANTONIO LIAKOS, Il problema dell’unificazione nazionale in Italia ed in Grecia. Un confronto
nella storiografia greca.
SALVO MASTELLONE, Santorre di Santarosa combattente per la Grecia.
ZEFFIRO CIUFFOLETTI – LUIGI MASCILLI MIGLIORINI, Il mito della Grecia in Italia tra politica
e letteratura.
PIER GIORGIO CAMAIANI, La religiosita` patriottica nel ’21 greco e nel ’48 italiano.
COSIMO CECCUTI, Risorgimento greco e filoellenismo nel mondo dell’«Antologia».
N.G. MOSCHONA ` S, I partiti e l’idea dell’Unita` nazionale nel Parlamento Jonio.
ANGELO VARNI, Opinione pubblica italiana e Grecia dopo l’Unita`.
LEONIDAS CALLIVRETAKIS, Les Garibaldiens a` l’insurrection de 1866 en Cre`te (Le jeu de
chiffres).
LUIGI LOTTI, Le spedizioni garibaldine in Grecia.
FRANCESCO GUIDA, L’ultima spedizione garibaldina in Grecia (1912).
AURELIA PONTECORVO, Alcune testimonianze scritte sul filellenismo italiano nel corso degli
anni 1878-1879.
(BST, Serie II, 1987).

XXX. Piero Guicciardini. (1808-1886). Un riformatore religioso nell’Europa dell’Ottocento
in collaborazione con il Dipartimento di Storia dell’Universita` di Firenze
GIORGIO SPINI, Piero Guicciardini e il suo tempo.
ZEFFIRO CIUFFOLETTI, Piero Guicciardini e l’evoluzione della fattoria di Cusona nell’ ’800.
DOMENICO MASELLI, Il conte Piero Guicciardini ‘‘quacquero’’, ‘‘calvinista’’ o ‘‘plymouthista’’.
SALVATORE CAPONETTO, Il Fondo Guicciardini della Biblioteca Nazionale di Firenze.
LORENZA GIORGI, Piero Guicciardini: raccoglitore di opere sulla riforma italiana e sul Movimento
Evangelico in Italia ed in Europa nell’Ottocento.
GIOVANNA BOSSI, Piero Guicciardini e il progetto di ‘‘case da poveri’’ e asili infantili dell’architetto
Francesco Leoni del 1837.
ANNA MARIA VALDAMBRINI DRAGONI, Interessi pedagogici del conte Piero Guicciardini.
F. ROY COAD, The influence of Brethrenism on English Business Practice.
PETER J. LINEHAM, English Bibles and Italian Protestants: the British and Foreign Bible
Society’s colportage work in Italy, with particular reference to count Piero Guicciardini.
TIMOTHY C. STUNT, Guicciardini and the Elliott Family.
HAROLD H. ROWDON, The problem of Brethren identity in historical perspective.
DAVID BRADY, The Christian Brethren Archive in the John Rylands University Library of
Manchester.

XXXI. I Lorena in Toscana
(Firenze, 20-21-22 novembre 1987)
GIOVANNI SPADOLINI, Prolusione.
FURIO DIAZ, La Reggenza.
ADAM WANDRUSZKA, Pietro Leopoldo.
DANILO MARRARA, Nobilta` civica e patriziato nella Toscana lorenese del Settecento.
CARLO MANGIO, I patrioti toscani negli anni della rivoluzione.
FRANZ PESENDORFER, Ferdinando III (1791-1824). Una battaglia per la Toscana.
ROMANO PAOLO COPPINI, Restaurazione e ceti dirigenti in Toscana.
ANGELO VARNI, Leopoldo II.
ZEFFIRO CIUFFOLETTI, I moderati toscani e la tradizione leopoldina.
ILDEBRANDO IMBERCIADORI, L’agricoltura al tempo dei Lorena.
CLEMENTINA ROTONDI, La stampa toscana dalla Restaurazione all’Unita`.
COSIMO CECCUTI, L’editoria e il problema della liberta`di stampa dall’«Antologia» al 1847.
LUIGI LOTTI, Il ’48-’49 e il decennio finale.
MARIA VENTURI, La «Comunita` dei Lorena»: nuove proposte per la ricerca storica.
FRANCESCO DE FEO, Gli ultimi anni e la morte di Leopoldo II di Lorena nei carteggi del
Granduca di Toscana con Giovanni Dupre´ e con Luca Bourbon del Monte, in una cronaca
di Camillo Mari.
(BST, Serie II, 1989).

XXXII. La Toscana dei Lorena. Riforme, Territorio, Societa`
(Grosseto, 27-29 novembre 1987)
in collaborazione con: Regione Toscana; Amministrazione provinciale di
Grosseto; Comune di Grosseto; Comune di Castiglion della Pescaia; Societa`
Storica Maremmana; Istituzione dei Cavalieri di Santo Stefano; pro Loco di
Grosseto
Il riformismo lorenese e le politiche di settore
DANIELA RAVA, Ambiguita` del liberismo toscano nella prima eta` lorenese: il caso dell’olio.
JEAN PIERRE FILIPPINI, Il movimento del porto di Livorno durante il primo periodo lorenese
(1737-1801).
CESARE CIANO, Pietro Leopoldo e i problemi del porto di Livorno.
GIULIANO CATONI, Il controllo statale sul Monte dei Paschi di Siena in epoca lorenese.
ALBERTO RIPARBELLI, I Lorena e la politica mineraria in Toscana.
CONVEGNI EFFETTUATI DALLA SOCIETA ` TOSCANA PER LA STORIA DEL RISORGIMENTO 247
TIZIANO ARRIGONI, Scienza e tecnica nelle miniere e nella siderurgia toscana del Settecento.
Lineamenti.
STEFANO VITALI, Stato, proprieta` fondiaria e industria mineraria in Toscana nella prima
meta` dell’Ottocento.
LUIGI ZANGHERI, La tutela dei beni culturali nella Toscana dei Lorena.
TERESA CALOGERO, Un aspetto del riformismo leopoldino: la pubblica istruzione.
GAETANO GRECO, Le istituzioni della chiesa locale nella Toscana lorenese fra tradizione e
riforme.
CARLO FANTAPPIE ` , Promozione e controllo del clero nell’eta` leopoldina.
FLORIANA COLAO, Le riforme dell’ordine giudiciario dello Stato Nuovo.
SANDRO BOCCADORO – ANNA ZANDRI, L’opera riformatrice di Pietro Leopoldo nell’ordinamento
giuridico dell’ospedale di S. Maria Nuova di Firenze.
ARNALDO CHERUBINI – FRANCESCA VANNOZZI, L’assistenza psichiatrica nella Toscana lorenese.
I manicomi di Firenze e di Siena.
LORENZO MARRI MALACRIDA, L’assistenza psichiatrica nella Toscana lorenese. Il manicomio
di Lucca.
GIUSEPPE GUERRINI, Le scienze al tempo dei Lorena e l’opera di Giovanni Targioni Tozzetti.
LITTA MEDRI, Un episodio culturale nella Villa Medicea di Poggio a Caiano: il teatro di
corte al tempo di Pietro Leopoldo.
ANDREA GIUNTINI, La formazione didattica e il ruolo dell’amministrazione granducale dell’ingegnere
nella Toscana di Leopoldo II.
La politica del territorio e gli aspetti demografici e sociali
CARLO CRESTI, Maremma grossetana, Valdinievole, Valdichiana: tre esempi applicativi di
«bonifica integrale» in epoca lorenese.
BRUNO VECCHIO, Sui quadri paesistico-agrari della Toscana lorenese (XVIII secolo).
PIETRO VICHI, Per un’analisi della viabilita` toscana in eta` lorenese.
PAOLO BELLUCCI, La politica lorenese della viabilita`: i valichi stradali transappenninici.
DANILO BARSANTI, Le ferrovie nella Toscana lorenese: considerazioni a margine di un annoso
dibattito storiografico.
ILARIO PRINCIPE, Le fortificazioni in Toscana in epoca lorenese.
LORENZO DEL PANTA, La struttura del regime demografico della Toscana nell’eta`dei Lorena.
PIETRO ROGGI, Gli economisti e l’idea di assistenza nella Toscana dei Lorena.
EDGARDO DONATI, Dopoguerra e crisi economico-sociale: la Toscana nel 1815-1817.
FABIO BERTINI, E´lites dirigenti e quadri burocratici nel passaggio dalla Toscana napoleonica
alla Restaurazione.
ROMANO PAOLO COPPINI, Ceti dirigenti e banche nel periodo della Restaurazione.
LUIGI MASCILLI MIGLIORINI, Viaggiatori in Toscana nell’eta` dei Lorena.
(BST, SERIE II, 1989).

XXXIII. Italia e Spagna nell’eta` del Risorgimento
(Madrid- Barcellona, 23-26 ottobre 1989)
in collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura di Madrid e Barcellona
GIOVANNI SPADOLINI, Prolusione.
GIORGIO SPINI, La Spagna e le origini del Risorgimento italiano.
MANUEL ESPADAS BURGOS, Prospettive storiografiche dei rapporti fra Italia e Spagna nel
secolo XIX.
FRANCO DELLA PERUTA, La guerra nazionale di liberazione spagnola e il Risorgimento.
FERNANDO GIMENEZ NUN˜ EZ, Neutralita` armata e attivita` diplomatica spagnola di fronte al
modello unificatore d’Italia.
ANGELO VARNI, La guerra di Spagna negli scritti dell’ufficiale napoleonico Antonio Lissoni.
JOSE ´ RAMO ´ N DE URQUIJO Y GOITIA, Gli Stati italiani e la Spagna durante la guerra carlista.
COSIMO CECCUTI, La Spagna e l’«Antologia»: fra rievocazioni militari ed identita`linguistiche.
LUIGI LOTTI, La costituzione di Cadice: un modello per i primi moti risorgimentali.
ALBERTO GIL NOVALES, 1821 come anno decisivo per l’Italia e la Spagna.
QUINTIN ALDEA, La liberta` religiosa nelle costituzioni spagnole e l’Italia.
MANUEL MORENO ALONSO, Suggestioni inglesi nelle costituzioni spagnole.

XXXIV. Le relazioni italo-ungheresi nel secolo XIX
(Budapest, 14-18 ottobre 1991)
GIOVANNI SPADOLINI, Per il convegno «Italia e Ungheria nel Risorgimento».
FRANCO DELLA PERUTA, Italia e Ungheria nel Risorgimento.
COSIMO CECCUTI, L’Ungheria negli scritti di Mazzini. Le tentazioni della geopolitica.
ARTURO COLOMBO, La dissoluzione dell’Austria-Ungheria nell’analisi storiografica di Leo
Valiani.
ANGELO VARNI, La democrazia risorgimentale e l’Ungheria.
LUIGI POLO FRIZ, Lodovico Frapolli e l’emigrazione ungherese nel Risorgimento italiano.
ROBERTO BALZANI, Francesco Kossuth imprenditore minerario in Romagna (1873-1887).
JOZE PIRJEVEC, Niccolo` Tommaseo e l’Ungheria.
FRANCESCO GUIDA, Il problema delle minoranze in Ungheria tra Ottocento e primo Novecento
(1867-1914).
ALFREDO COTTIGNOLI, Peto¨fi in Italia: un capitolo della sua fortuna ottocentesca.
PE ´ TER SA ´ RKO ¨ ZY, Il Risorgimento italiano e la letteratura ungherese dell’Ottocento.
RITA TOLOMEO, La questione religiosa in Ungheria nella seconda meta` del XIX sec.
BIANCA VALOTA, La stampa milanese, il regno d’Ungheria e l’impero asburgico tra l’annessione
della Bosnia-Erzegovina e le guerre balcaniche: parallellismi e divergenze.
GIORGIO PETRACCHI, Storia di un libro di storia.
ZEFFIRO CIUFFOLETTI, Esilio, massoneria e circolazione delle idee nella Firenze postunitaria:
il conte Ferenc Pulzsky.
LUIGI LOTTI, Considerazioni conclusive.
(«RST», XXXIX, 1993, 2).

XL. Il Granducato di Toscana e i Lorena nel secolo XVIII. Tradizioni politiche e culturali
della dinastia, ministri, funzionari, intellettuali e artisti lorenesi
(Firenze, 22-23-24 settembre 1994)
in collaborazione con: Archivio di Stato di Firenze; Dipartimento di Studi sullo Stato
dell’Universita` di Firenze; Dipartimento di Storia dell’Universita` di Firenze; Dipartimento
di Storia Moderna e Contemporanea dell’Universita` di Pisa; Consulat
Ge´ne´ ral de France; Institut Franc¸ais de Florence; Archives de Meurthe et Moselle
et des Anciens Duche´ s de Lorraine et de Bar
Tradizioni politiche e culturali della dinastia
HUBERT COLLIN: Cas de conscience dynastique, ambition personelle et raison d’Etat: pourquoi
le Duc Franc¸ois-Etienne dut accepter d’e´changer la Lorraine contre la Toscane.
Nouvelles approches d’apre`s des documents ine´dits.
MARIO ROSA, Giansenismo a corte: Pietro Leopoldo, un principe cristiano.
FRANCESCO MARTELLI, Una lorenese al governo della Toscana medicea: Cristina di Lorena.
CARLA SODINI, La dinastia dei Lorena nella «Historia» di Vincenzo Martinelli.
ZEFFIRO CIUFFOLETTI – LUIGI LOTTI, Grands commis e tecnici nella prima esperienza lorenese
in Toscana.
Esperienze di governo dei Lorenesi in Toscana
CARLO MANGIO, L’insediamento del governo lorenese in Toscana nella testimonianza del
nunzio pontificio Stoppani (1737-1739).
ELISABETH GARMS CORNIDES, Firenze fra Vienna e Roma.
SANDRO LANDI, Problemi e pratiche della censura in Toscana nell’eta`della Reggenza lorenese.
TERESA CALOGERO, I conservatori femminili: dalla politica giurisdizionalista alla riforma
dell’istruzione pubblica.
MARCELLO VERGA, Dalla Reggenza a Pietro Leopoldo: riflessioni sulle riforme.
Tradizioni artistiche, architettura ed urbanistica nella Toscana lorenese
CARLO CRESTI, Architettura e politica nell’eta` lorenese.
M. DOMINIQUE FLON, Les imitations lorraines du florin de Florence et le monnayage d’or
en Lorraine des origines a` Franc¸ois-Etienne.
JORG GARMS, Nicolas Jadot, architetto dei Lorena.
LUCIA FRATTARELLI FISCHER, Indagini conoscitive e progetti della Reggenza per il porto e la
citta` di Livorno.
Funzionari ed intellettuali lorenesi a Firenze
ALESSANDRA CONTINI, Dal Richecourt al Botta Adorno: ministri e funzionari lorenesi a
Firenze.
ANDRE ´ COURBET, Le bibliothe´caire Valentin Jameray Duval et ses lettres de Florence.
JEAN BOUTIER, De l’Acade´mie de Lune´ville a` l’Accademia di Firenze.
ROMANO PAOLO COPPINI, I Cambray-Digny: una famiglia dal servizio dei Lorena alla
realta` italiana.
Societa` ed economia
FABIO BERTINI, Investimenti e affari durante la Reggenza.
LORENZO DEL PANTA, La colonia lorenese di Massa Marittima: aspetti demografici.
DANIELE BAGGIANI, Livorno e la «polizia del commercio». Formula politica, prassi
istituzionale.
VIERI BECAGLI: Aspetti del dibattito economico in eta` lorenese.
(BST, Serie II, 1999).

XLI. Pasquale Villari. Nella cultura, nella politica e negli studi storici
(Firenze, 20-21 marzo 1997)
LUIGI LOTTI, Saluto.
FRANCESCO ADORNO, Saluto.
GIUSEPPE GIARRIZZO, Pasquale Villari, lo storico.
LUIGI LOTTI, Il Villari politico.
COSIMO CECCUTI, Villari e San Marino.
MARCO PIGNOTTI, Villari candidato del collegio di Guastalla (1870-1876).
MARIA LUISA CICALESE, La storia e` una scienza? Villari fra positivismo e idealismo.
FABIO BERTINI, Villari e l’ambiente culturale fiorentino negli anni Sessanta.
MARCO SAGRESTANI, Villari e le «Lettere Meridionali».
GIANNI SILEI, Villari e l’emigrazione.
ALESSANDRO SPINELLI, Villari e la «Dante Alighieri».
SANDRO ROGARI, Villari e l’Istituto di Scienze Sociali «Cesare Alfieri».
FULVIO CONTI, Fra Accademia e Avanguardie: Villari, gli Orvieto e il «Marzocco».
AGLAIA PAOLETTI LANGE ´ , Le relazioni familiari attraverso le lettere inedite.
ALESSANDRO VOLPI, Le Carte Villari presso l’Accademia Colombaria di Firenze.
LUIGI LOTTI, Conclusione dei lavori.
(RST, XLIV, 1, 1998).

XLII. Sidney Sonnino e il suo tempo
(San Casciano in Val di Pesa – Montespertoli, 26-27 settembre 1997)
in collaborazione con: Comune di San Casciano in Val di Pesa; Comune di
Montespertoli; Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano
26 settembre 1997: San Casciano in Val di Pesa – Auditorium della Banca del Chianti
Fiorentino:
PAOLO BANDINELLI, Saluto del Presidente.
PIETRO ROSELLI (Sindaco di San Casciano); GIUSEPPE TALAMO (Presidente dell’Istituto
per la Storia del Risorgimento; LUIGI LOTTI (Presidente della Societa` Toscana per la
Storia del Risorgimento): Apertura dei lavori.
GIORGIO SPINI, Sonnino e l’Inghilterra.
PAOLA CARLUCCI, Gli anni della formazione politica e culturale.
COSTANZA RICCARDI, Le prime lotte elettorali: Sonnino fra collegio uninominale e scrutinio
di lista.
HARTMUT ULLRICH, Un profilo parlamentare: il deputato, il leader.
PIER LUIGI BALLINI, La questione elettorale e il dibattito sul Parlamento.
ROLANDO NIERI, Aspetti del liberalismo di Sonnino.
GIOVANNI B. VARNIER, La questione religiosa.
ZEFFIRO CIUFFOLETTI, La questione meridionale, la questione sociale: le inchieste.
27 settembre 1997: Montespertoli – Castello Sonnino.
MAURO MARCONCINI: Saluto del Sindaco di Montespertoli.
SANDRO ROGARI, La questione agraria.
SERGIO CARDARELLI, Sonnino, il Tesoro e la Banca d’Italia (1893-1896).
ALFREDO CANAVERO, Sonnino, nella crisi di fine secolo: da Crispi a Pelloux.
COSIMO CECCUTI, Sonnino, Bergamini, e il «Giornale d’Italia».
GIOVANNI SABATUCCI, Sonnino e Giolitti.
STEFAN DELUREANU, Sonnino e l’intervento della Romania nella I guerra mondiale.
FRANCESCO MARGIOTTA BROGLIO, Santa Sede e questione romana durante la I guerra mondiale
attraverso gli atti delle Congregazioni cardinalizie.
PIETRO PASTORELLI, L’Europa di Sonnino.
(BST, 2000).

XLIII. Le riforme del 1847 negli Stati italiani
(Firenze, 20-21 marzo 1998)
LUIGI LOTTI, Saluto.
ALDO BERSELLI, Saluto.
GIUSEPPE MONSAGRATI, Pio IX, lo Stato della Chiesa e l’avvio delle riforme.
LUIGI LOTTI, Leopoldo II e le riforme in Toscana.
NARCISO NADA, Le riforme carlo-albertine del 1847.
ALFONSO SCIROCCO, Il 1847 a Napoli: Ferdinando II e il movimento italiano per le riforme.
COSIMO CECCUTI, I provvedimenti in materia di stampa nel Granducato di Toscana del
1847: lineamenti e confronti.
FULVIO CONTI, Le Guardie civiche.
LUCA MANNORI, Le Consulte di Stato.
ALDO BERSELLI, La riforma municipale nel pensiero di Galeotti e dei costituzionali pontifici
bolognesi.
DAVIDE MANTOVANI, Gaetano Recchi ed il riformismo pontificio nel 1847: il problema delle
strade ferrate.
MARCO PIGNOTTI, Firenze e il Granducato. Genesi di una cultura politica, fra moderatismo
e liberalismo.
FABIO BERTINI, Politica e gruppi sociali a Livorno nel 1847.
ALESSANDRO VOLPI, Il tempo della «gioia innocente»: Pisa nel biennio riformatore.
ANTONIO CARDINI, Il 1847 a Siena fra Universita`, aspettative liberali e fermenti democratici.
ROBERTO MUGNAI, Il 1847 a Grosseto: ‘‘umori’’ locali e risonanze nazionali.
ANTONIO CHIAVISTELLI, Un moto effimero: le riforme del 1847 nel Ducato di Lucca tra
mobilitazione cittadina e ancien re´gime.
ZEFFIRO CIUFFOLETTI, La satira del Giusti fra riforme e rivoluzione.
LUIGI LOTTI, Conclusione dei lavori.
(RST, XLIV, 1).

XLIV. Maggio 1898: i moti della fame
Convegno di Studi nel centenario dei moti
(Figline Valdarno, 21 novembre 1998)
in collaborazione con: Comune di Figline Valdarno; Centro di Studi Storici «Carlo
Francovich»; Fondazione «Primo Levi»; Istituto Socialista di Studi Storici
SILVANO LONGINI, Saluto del Sindaco di Figline.
VALERIO VALORIANI, Saluto dell’Assessore alla cultura del Comune di Figline.
LUIGI LOTTI, La situazione in Italia nel 1898.
IVO BIAGIANTI, Sviluppo economico e tensioni sociali in Toscana alla fine dell’Ottocento.
MARCO SAGRESTANI, La repressione e le ripercussioni politiche.
DONATELLA CHERUBINI, Le rivolte della fame e le repressioni del ’98: una testimonianza
dell’Estrema Sinistra toscana, con un contributo di Vilfredo Pareto.
ILARIO ROSATI, Pane e lavoro. Figline 3 maggio 1898.
BRUNO BONATTI, Il paese mite e ribelle. Figline nella rivolta del duino.
GIORGIO SPINI, Conclusioni.